Lo scandalo valute si allarga alla Svizzera

Simone Rasetti – La Comco, Commissione svizzera della concorrenza, ha aperto un’inchiesta dei confronti delle banche elvetiche Ubs, Credit Suisse, Banca cantonale di Zurigo, Julius Bar e di quattro istituti esteri (JP Morgan Chase, Citigroup, Barclays Bank e Royal Bank of Scotland) per sospetti accordi illeciti sui tassi di cambio nel commercio delle valute. Esistono indizi secondo i quali tra queste banche sono stati stretti accordi per manipolare il tasso di cambio delle valute, con particolare riferimento allo scambio di informazioni riservate, coordinazione sull’acquisto e vendita di valute a un livello di prezzo concordato, azioni coordinate per influenzare il Wm/Reuters Fix, così come la coordinazione di acquisto e vendita di valute in relazione a determinate controparti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...