Superbanca alla pari

BPM
Castagna fissa gli ultimi paletti per la fusione tra la Banca Popolare di Milano e il Banco Popolare. E lo fa indubbiamente da una posizione di forza, come dimostrano i risultati di bilancio presentati ieri sera al mercato e accompagnati dall’annuncio di un dividendo da 0,027 euro per azione. «Trovare un partner con cui fare un merger of equals è condizione essenziale del mandato avuto dal mio consiglio», ha puntualizzato il consigliere delegato della Bpm durante la conference call di presentazione dei risultati. Per quanto riguarda l’integrazione Castagna ha spiegato: «Noi stiamo valutando solo operazioni che non comportano aumenti di capitale per sistemare situazioni pregresse. Qualunque operazione si deve sostenere con la redditività presente e futura del nuovo aggregato», ha precisato il banchiere, escludendo insomma il ricorso al mercato. La fusione appare quindi alle battute finali e l’annuncio è atteso in tempi brevi, probabilmente entro la fine del mese. Tra gli ultimi aspetti ancora da definire ci sarebbero appunto quelli relativi alla parità di trattamento su cui ieri ha insistito Castagna. Lo schema emerso nelle scorse settimane (9 consiglieri espressi dal Banco, 7 da Bpm e 3 indipendenti) non andrebbe molto a genio a Piazza Meda, che spingerebbe per una ripartizione paritaria dei consiglieri. L’altro tema è quello dei concambi. Anche in questo caso la richiesta di Bpm è di arrivare a un’operazione alla pari, dunque 1 a 1, per non restare penalizzata. Del resto i conti presentati ieri corroborano l’ipotesi di una fusione tra pari tra Bpm e Banco. Il gruppo di Piazza Meda infatti ha chiuso il 2015 con un utile netto di 288,9 milioni, in crescita del 24,4% rispetto al 2014. Nel conto economico spicca l’andamento delle commissioni nette, cresciute dell’8,9% a 605,9 milioni, mentre il margine di interesse si è attestato a 806,7 milioni (+0,8%) e i proventi operativi a 1,7 miliardi (+2,8%). Quanto all’andamento degli aggregati patrimoniali, a fine 2015 la raccolta diretta da clientela è pari a 37,6 miliardi (+2,1% da fine 2014) e quella indiretta a 34,1 miliardi (+4,4%), mentre gli impieghi a clientela sono saliti del 6,6% a 34,2 miliardi. Segnali positivi vengono dal fronte della qualità del credito: le attività deteriorate lorde sono pari a 5,99 miliardi, +2,5% rispetto al 2014 ma in calo del 2,3% da settembre 2015. Le rettifiche su crediti si sono ridotte del 19,3% a 342,2 milioni, per un costo del credito pari a 100 punti base. L’andamento migliore delle attese della qualità del credito ha portato Bpm a chiudere il quarto trimestre un utile netto decisamente superiore alle previsioni (86,85 milioni contro i 65 milioni del consensus), nonostante ricavi sostanzialmente in linea. Per quanto riguarda la solidità patrimoniale, il coefficiente common equity tier 1 è all’11,53% (al 12,21% considerando l’integrale applicazione delle nuove regole di Basilea 3). «Oggi», ha commentato Castagna, «dopo due anni di gestione ci sentiamo in grado di cominciare un nuovo capitolo nella storia di questa banca, che potrà naturalmente continuare con la crescita che abbiamo dimostrato di poter raggiungere, ma che può essere anche un significativo banco di prova che abbiamo superato per ambire a operazioni più importanti, più complesse e che possono comportare un cambiamento di direzione e un’ambizione di crescita importanti», ha concluso il banchiere. In una giornata all’insegna di forti ribassi borsistici, assume anche un altro significato l’andamento del titolo Bpm , che ha perso il 9,8% a 0,59 euro.
(Fonte MilanoFinanza)
Scelto per voi da Simone Rasetti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...