Meningitemania

meningite-700x400

In Lombardia non c’è una situazione epidemiologica straordinaria, ma i casi di meningite registrati sul territorio (in particolare a Busto Arsizio) hanno fatto allertare la popolazione. Solo ieri mattina il numero verde 800769622 dell’Ats Insubria ha ricevuto 35 telefonate di richiesta di informazioni. Si tratta di un numero attivo nei giorni feriali, dalle 9 alle 12, a cui risponde personale qualificato. In redazione, inoltre, sono arrivate numerose segnalazioni di cittadini che, negli orari dedicati, hanno provato a telefonare al numero 0332.277392 – che corrisponde all’ambulatorio vaccini di via Rossi – senza ricevere alcuna ri- sposta dagli operatori. Abbiamo sottoposto il problema all’Ats Insubria, che si impegnerà a capire cosa è successo e a risolvere il problema nel più breve tempo possibile. Profilassi in co-pagamento Dalla prossima settimana sarà attivo un nuovo servizio appositamente per dare a tutti i cittadini la possibilità di prenotare il vaccino quadrivalente e B contro la meningite in co-pagamento (il costo del vaccino dovrebbe essere compreso tra i 40 e i 44 euro). «L’attività vaccinale gratuita continua secondo il calendario ufficiale, con le stesse modalità in atto da anni – spiega il dipartimento di prevenzione medico della Ats Insubria – Nel calendario regionale è compresa anche l’antimeningite (vaccino contro la meningite C) che vipnpoffprta Pia ria 10 anni a tutti i bambini a 13 mesi di vita, a tutti i ragazzi fino a 18 anni che la richiedono e alle persone reputate a rischio per specifiche patologie». «Parallelamente – continuano gli esperti – la direzione wel-fare della Lombardia ha stabilito con un decreto che da metà gennaio tutti i cittadini lombardi, a qualsiasi età e a scopo di tutela personale, potranno sottoporsi al vaccino quadrivalente (che protegge dai ceppi C-A-W-Y) unito al vaccino contro il ceppo B. Tale vaccino è offerto in co-pagamento, a un costo di 40-44 euro circa». Patologia severa «Il co-pagamento è stato deciso perché in Lombardia non c’è una situazione epidemiologica straordinaria: i dati sono in linea con la normalità (0,3 casi ogni cento mila persone) – spiega il dipartimento – Ma in Toscana, nel Lazio e in Liguria sono stati registrati casi che hanno fatto alzare molto la preoccupazione delle persone. Stiamo infatti parlando di una patologia molto severa. La Regione ha dunque deciso di da- re a tutti l’opportunità di vaccinarsi compartecipando al costo, che risulta dunque ridotto rispetto alla possibilità di acquistare il vaccino in farmacia» A partire dalla prossima settimana, dunque, l’Ats comunicherà i numeri a cui sarà possibile rivolgersi per prenotare il vaccino quadrivalente e B contro la meningite. I vaccini saranno somministrati nei “normali” ambulatori di vaccinazioni, ma in orario diverso rispetto all’attività routinaria. La richiesta di vaccino quadrivalente e B contro la meningite sarà costantemente monitorata, in modo che il servizio possa essere erogato in tempi ragionevoli.
– Scelto per voi da Simone Rasetti –
(Fonte La Provincia di Varese)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...